Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Migliori Kit sopravvivenza

Scopri quale scegliere, trova l’offerta più interessante e leggi le recensioni dei migliori kit sopravvivenza da portare sempre con te.

Quando pensiamo ad un kit sopravvivenza ci vengono subito in mente i kit sopravvivenza militari o l’agente operativo MacGyver che con pochissimi strumenti riusciva sempre in modo ingegnoso a cavarsela. Dalla famosa serie televisiva l’Oxford Dictionary ha coniato addirittura una nuova parola: to macgyver, ovvero la capacità di improvvisare con quello che si ha a portata di mano!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Al di là della finzione, un kit di sopravvivenza risulta essere un valido alleato in tante situazioni perché contiene oggetti utili che possono sempre servire per la vita di tutti i giorni.
Un esempio? Durante un’escursione nella natura, in vacanza o in campeggio un kit sopravvivenza montagna è davvero indispensabile per sentirsi più sicuri e pronti in caso di bisogno. Con un kit sopravvivenza auto invece teniamo sempre a disposizione una borsa di emergenza per ogni circostanza, con pronto soccorso di base e altri strumenti. Tuttavia non si tratta solo di fronteggiare i tanti imprevisti che ci possono sempre essere dietro l’angolo, ma anche di cogliere opportunità che senza il giusto set di sopravvivenza con i tanti accessori che lo compongono ci potremmo far sfuggire.

 

Cosa include un Kit sopravvivenza di base?

I kit di sopravvivenza di base includono fra gli altri strumenti accendi fuoco, bussola, coltello, fischietto, corda, depuratore d’acqua, kit pronto soccorso e coperta termica. Queste sono considerate le dotazioni di base per un kit sopravvivenza che si rispetti e sono attrezzature survival necessarie per garantire la sopravvivenza in situazioni di difficoltà.
Un kit sopravvivenza completo invece può includere anche altri accessori, come un piccolo sacco a pelo, dei rifornimenti di cibo, un poncho antipioggia in vinile, riscaldamani, barretta luminosa e una radio compatta con altoparlante.
In una comoda borsa sono contenuti gli oggetti indispensabili per la creazione di un rifugio di fortuna, per potersi mettere al riparo e dormire la notte senza avere freddo, con in più la possibilità di avere acqua potabile a disposizione.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

 

Come scegliere i migliori kit sopravvivenza

Trovare il miglior kit di sopravvivenza completo degli accessori più interessanti non è facile, in quanto il mercato offre numerosi modelli e varianti. Cerchiamo di individuare quali aspetti e caratteristiche sono da tenere in considerazione nella scelta di un kit sopravvivenza, analizzando la praticità di utilizzo, la dotazione e, non meno importante, il rapporto qualità prezzo.

 

• Sapersi orientare con bussola e torcia

In una situazione di emergenza è fondamentale non perdere l’orientamento. Per questo motivo i kit sopravvivenza includono sempre una bussola, una mappa e generalmente anche una torcia elettrica. Le componenti importanti per sopravvivere sono infatti la capacità di orientarsi, individuare la propria posizione e trovare una strada che porti alla salvezza: ma è necessario che il percorso sia visibile per essere in grado di seguirlo!
L’oscurità e le condizioni meteo avverse rendono tutto più difficile, ecco perché nei kit di sopravvivenza vengono inserite delle torce elettriche con fasci di illuminazione piuttosto importanti. Le torce, oltre ad illuminare il percorso, servono anche per indicare la propria posizione e in questo modo favoriscono il ritrovamento da parte dei soccorritori. Meglio quindi torce che superano i 100 metri di illuminazione, con diversi fasci luminosi come la luce rossa LED per la visione notturna, e quelle che hanno una funzione stroboscopica.

Fra le bussole meglio poi scegliere quelle con materiale fluorescente per poterle vedere anche di notte ricordandosi sempre che l’ago della bussola è sensibile ai campi elettromagnetici quindi è fondamentale evitare di tenere smartphone o altri dispositivi nella stessa mano o vicini durante una misurazione.

Chi da piccolo ha frequentato i campi estivi in montagna con il CAI oppure con gli scout, oppure ha partecipato alle gare di orientamento (orienteering), sa bene che questi dispositivi sono davvero utili ma solo se si sanno leggere ed interpretare. Meglio quindi tenere allenato il ricordo prima di trovarsi nella situazione oppure fare un ripasso con un libro sull’argomento: Orienteering. Elementi di orientamento e topografia per escursioni.

 

• Tecniche di sopravvivenza: come farsi soccorre

Come dicevamo la torcia elettrica, oltre ad aiutare a orientarsi in condizioni di scarsa visibilità, è anche un strumento utile per segnalare la propria posizione ai soccorritori. Sì, perché atti eroici a parte, quando ci si trova in una situazione di emergenza comunicare in modo tempestivo ed efficace la propria presenza aumenta notevolmente la possibilità di essere ritrovati più velocemente e di sopravvivere.
 Fra gli strumenti luminosi insieme alla torcia elettrica con funzione LED o stroboscopica sono molto utili anche i portachiavi con Luce LED.

Per quanto riguarda la tecnologia il trasmettitore di localizzazione è di sicuro un apparecchio da includere nel proprio kit di sopravvivenza auto. Vi sono infatti situazioni in cui lo smartphone ha esaurito le batterie oppure non ha campo sufficiente per effettuare una chiamata. In questi casi entra in gioco questo trasmettitore portatile di localizzazione in grado di segnalare con precisione tramite GPS (vedi anche localizzatore e portachiavi GPS) la nostra posizione ai soccorritori.

Scopri i prezzi Powerbank solare

Per segnalare la propria posizione possono essere efficaci anche segnali sonori come fischietti. Quelli inclusi nei kit sopravvivenza professionale possono essere uditi da lontanissimo e permettono maggiori possibilità di localizzazione.

Alcuni kit sopravvivenza militari, come vedremo in seguito, includono anche un contenitore di metallo per l’acqua. Questo accessorio è spesso in dotazione nelle attrezzatura survival e può essere utile per fare riflettere la luce ed emettere segnali luminosi. Tra gli altri accessori utili per attirare l’attenzione troviamo anche i nastri colorati di varie dimensioni, la torcia a fiamma (tipica dei kit sopravvivenza in caso di guerra, sperando non ce ne sia bisogno!) e le coperte termiche che riflettono la luce, ma se si preferisce la tecnologia allora meglio acquistare un kit che contenga un puntatore laser.

SCOPRI I COUPON ACCESSORI ED ESPERIENZE TECNICHE DI SOPRAVVIVENZA DISPONIBILI OGGI
 
 

• Acqua, cibo, fuoco: attrezzatura survival

L’acqua è fondamentale per la sopravvivenza. L’uomo infatti è in grado di resistere solo pochi giorni senza acqua e con grandi difficoltà fisiche e psicologiche. Fra i sintomi più comuni della mancanza di liquidi, come ci ricorda spesso Bear Grylls, debolezza, perdita di lucidità mentale, ansia e sintomi via via più gravi fino al decesso. Per questo motivo i migliori kit sopravvivenza devono includere il necessario per mantenere il corpo idratato e rendere potabile l’acqua in ogni situazione.

Il kit sopravvivenza deve essere quindi dotato di pastiglie e filtri per la purificazione dell’acqua. In questo modo si è in grado di rendere potabile l’acqua presente in natura, magari in un bosco, mantenendo efficiente e idratato il proprio organismo. Ogni kit sopravvivenza utilizza una diversa metodologia per purificare l’acqua e, oltre ai filtri, alcuni set includono contenitori metallici, acciarino e pietra focaia per accendere il fuoco necessario a far bollire l’acqua. Ad ogni modo, quando si va in montagna, in auto o durante un’escursione meglio avere sempre a disposizione anche una bottiglietta d’acqua.

In una situazione di emergenza la possibilità di accendere il fuoco può fare la differenza ed è di sicuro uno dei fattori da considerare nell’acquisto di un kit sopravvivenza anche se le fiamme nei boschi vanno accese con molta cautela e tenute sotto controllo per evitare situazioni ben peggiori di quelle che stiamo vivendo. Anche i piccoli coltellini svizzeri sempre presenti fra gli accessori militari sono davvero indispensabili per un kit di sopravvivenza. Si tratta infatti di strumenti multi-funzione e molto leggeri che possono essere portati dappertutto, alcuni hanno anche una forma di carta di credito e possono essere riposti nel portafoglio.

Per quanto riguarda la possibilità di procurarsi il cibo, un kit sopravvivenza completo è dotato anche di strumenti per la pesca, come ami ed esche, pensati soprattutto per le situazioni in cui ci si trova nel bosco vicino ai fiumi.

 

Creare un rifugio di emergenza: cosa contiene un kit di sopravvivenza

In una circostanza di emergenza il freddo e situazioni climatiche avverse, come la neve e la pioggia, non sono certo di aiuto. Se poi anche lo stato di salute non è dei migliori allora il quadro si fa grave, rientrare a casa con le proprie gambe diventa difficile e bisogna mettere in atto tutte le tecniche di sopravvivenza che conosciamo. In questi casi è essenziale essere dotati di una coperta termica, una delle attrezzature survival più diffuse per evitare ipotermia o colpo di calore.

Le migliori coperte termiche hanno la capacità di riparare dal vento e dalla pioggia, ma anche dal caldo e dai raggi solari. Sono atossiche, pesano pochissimi grammi al punto da stare ripiegate in uno spazio davvero piccolo e il materiale impermeabile con cui sono prodotte isola anche dall’umidità del terreno. Il loro punto di forza è quello di riuscire a mantenere il 90% del calore del corpo. Per chi non le avesse mai viste, queste coperte leggerissime sono quelle in alluminio utilizzate anche in situazioni di primo soccorso e di salvataggio in mare.

Negli zaini sopravvivenza spesso può essere in dotazione anche un sacco a pelo in materiale TPE che, oltre a riparare da caldo e freddo è molto utile per realizzare un rifugio di emergenza. Le dimensioni sono mediamente 130x210 cm, ideali per coprire un uomo adulto. Chi ha studiato a fondo le tecniche di sopravvivenza in un ambiente naturale sa anche come costruire un rifugio, una tenda o un riparo con il Paracord. Alcuni kit sopravvivenza militare sono realizzati proprio intrecciando alcuni metri di questo materiale resistente.

Per costruire o trovare un rifugio di emergenza non vanno sottovalutati altri strumenti survival, come ad esempio una penna per rompere vetri di auto e abitazioni e un seghetto a corda d’acciaio per tagliare rami e tronchi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Kit di pronto soccorso o kit di sopravvivenza?

Questi due kit non si escludono: i migliori kit sopravvivenza includono sempre degli accessori necessari per svolgere le attività di primo soccorso, cosa davvero utile in moltissimi casi quando in attesa dei soccorritori è necessario prestare assistenza ad una persona ferita.
Ma il Kit di pronto soccorso è sempre utile anche per questioni meno gravi, come ad esempio piccoli tagli e traumi da caduta che possono verificarsi quando si è in gita in montagna o si sta facendo trekking in qualche zona poco accessibile. Vedi set pronto soccorso in offerta

In un kit di pronto soccorso troviamo quindi garze sterili, salviette detergenti, disinfettanti e cerotti di varie dimensioni. Per situazioni più gravi invece possono essere utili lama bisturi, fasciature e punti di forza. Per sedare il dolore invece antidolorifici e antipiretici. Per le persone allergiche vanno aggiunti antistaminici ed eventuali maschere per la respirazione. Essendo medicinali con scadenza è poi importante verificare almeno ogni 6 mesi / un anno la scadenza e sostituire i farmaci scaduti. Altri prodotti che dovrebbero essere presenti in kit sopravvivenza montagna possono essere anche ago e filo e, soprattutto per chi fa campeggio, non devono mancare repellenti per zanzare e creme solari con fattore di protezione adeguato per proteggere la pelle dai raggi UV.
Se non lo hai già fatto quindi aggiungi un kit pronto soccorso al tuo kit sopravvivenza e mantieni la tua sicurezza completa a 360°. Se invece vuoi fare un ripasso delle tecniche di primo soccorso per le situazioni di emergenza ecco un corso completo dal titolo Manuale di primo soccorso. Guida completa per ogni emergenza

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

VEDI ALTRI PRODOTTI PRIMO SOCCORSO E MIGLIORI KIT SOPRAVVIVENZA

Kit sopravvivenza: offerte, prezzi, recensioni e coupon ultima modifica: 2018-08-06T16:03:12+00:00 da OkSconto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando "OK" nel banner"

Per fornirti un'esperienza migliore questo sito usa cookie tecnici e di terze parti (statistiche, pubblicità e social network). Continuando la navigazione (click o scroll) acconsenti all'uso di cookie. Oppure leggi la Cookie Policy per modificare o negare il consenso all'installazione dei cookie. Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi